Chiacchiere: una ricetta di Leonardo Di Carlo

Siamo nel periodo di carnevale. A me personalmente non è mai piaciuta questa festa. Anche da bambina ho festeggiato pochissimo e ho solo un vago ricordo di quando i miei genitori mi permisero per la prima e unica volta di andare in giro per le case del piccolo paese dove vivevo, insieme ai miei compagni, per chiedere “c’è permesso alle maschere” e per recitare delle poesie di carnevale in cambio di caramelle e biscotti.

Nemmeno ai miei figli è interessato mai molto indossare vestiti tipici o partecipare a festa a tema.

Eppure ogni anno in questo periodo ho l’abitudine di preparare le chiacchere come dolce tipico. E potevo rifare per l’ennesima volta una ricetta già fatta un sacco di volte anche quest’anno?

Vuoi mettere il fascino e l’adrenalina del provare una ricetta nuova che non sai se sarà migliore, uguale o da cestinare rispetto alla precedente?

Allora anche questa volta mi sono voluta rimettere alla prova e ho voluto testare una nuova ricetta, quella del pasticcere Leonardo Di Carlo, a cui tuttavia ho dovuto apportare qualche modifica, per via dell’impasto un pò troppo morbido.

Vediamo insieme la ricetta:

Le chiacchere di Leonardo Di Carlo

Ingredienti

  • Farina 00 W 320 500gr (per avere un impasto lavorabile nella sfogliatrice ho aggiunto altri 100 gr di farina)
  • Zucchero semolato 75 gr
  • Sale 3 gr
  • Uova 175 gr
  • Buccia di limone grattugiata
  • Burro 40 gr
  • Rum bianco 70°C Vol 20 gr (sostituito con alcool da pasticceria)
  • Prosecco frizzante 30 gr (sostituito con vino)

Metodo di preparazione

Lavora tutti gli ingredienti a mano o nell’impastatrice, fino ad ottenere un impasto liscio e solido.

Fai riposare l’impasto ben coperto a temperatura ambiente per almeno 1 ora.

Usa una sfogliatrice per ottenere delle sfoglie sottili che andranno poi tagliate in rettangoli e incise nella parte centrale.

Io procedo in questo modo: parto dallo spessore più largo e prendo dei piccoli pezzi di pasta che faccio passare una prima volta e poi inizio a fare delle pieghe e a far ripassare la sfoglia per altre due o tre volte, piegando la sfoglia ottenuta e girandola di 90° ad ogni passaggio.

Una volta ottenuta una sfoglia liscia ed omogenea, inizia a stringere progressivamente lo spessore dei rulli, fino ad arrivare a quello più sottile.

Terminato l’impasto usa una pentola bassa e larga e friggi le chiacchere poche alla volta in abbondante olio di arachidi, alla temperatura di 170/175°C. Fai attenzione, perchè la cottura è veramente rapida e si rischia di bruciarle molto facilmente.

Sgocciala bene su carta assorbente e una volta fredde, spolvera di zucchero al velo.

Sono rimasta molto soddisfattada da questa nuova ricetta, nonostante il piccolo ritocco alla quantità di farina, perchè ho ottenuto delle chiacchere friabilissime e croccanti, che si sciolgono in bocca ad ogni morso. E poi sono ricoperte di bellissime bolle!

Provatele perchè sono buonissime!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*